Blog

Putrelle: come usarle per rinforzare la ristrutturazione della casa

Con le putrelle, possiamo rinforzare la ristrutturazione della casa. Se avete in mente di fare questi lavori, potete scoprirne di più grazie a questo articolo. Le putrelle non sono altro che delle travi in acciaio che servono per rinforzare le pareti della casa. Sono tipicamente caratterizzate da una ottima resistenza al carico flessionale.

Putrelle: cosa sono, caratteristiche e vantaggi

Le travi sono fondamentali per la nostra casa. Per la messa in sicurezza, è possibile valutare di sfruttare le putrelle: un elemento costitutivo davvero importante. La principale caratteristica della putrella è di reggere il carico applicato verso la sua direzione, per sorreggere al meglio i muri di casa.

Negli interventi di edilizia, lo sfruttamento di queste travi è davvero molto comune. Il rinforzo offerto da questi elementi è davvero importante, soprattutto al fine di realizzare una casa sicura e con un sostegno determinato.

Si possono eventualmente scegliere altre tipologie di materiali. Sappiamo che ogni materiale offre una resistenza più o meno elevata e soprattutto cambia la sua classificazione. Ogni trave, infatti, è classificata secondo la funzione geometria.

Ristrutturazione casa: come eseguirla al meglio e agevolazioni fiscali

Citiamo, ad esempio, la Trave Ipe, che assomiglia alla lettera I dell’alfabeto. Troviamo anche le travi a forma di T, C, Z, L: si contraddistinguono anche per la lunghezza dell’ala, per lo spessore e per l’altezza dell’anima.

Un’altra tipologia è la trave Inp: come la Ipe, ricorda una I maiuscola, solo che la facca inferiore è inclinata di un angolo di circa 15°. Sono tendenzialmente più costose e anche più pesanti. In ultimo, troviamo la trave HE: questa ha la forma di una H maiuscola e il loro ambito di applicazione maggiore è la realizzazione delle fondamenta.

Per la ristrutturazione e la messa in sicurezza della casa, sono previste delle agevolazioni e dei bonus molto utili. In seguito alla dichiarazione dei redditi, infatti, potrete detrarre parte del totale investito per il supporto delle putrelle.

Attualmente, la detrazione per la ristrutturazione edilizia è fissato al 50%, con un limite massimo rimborsabile di circa 96,000 euro. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate potrete trovare la lista completa dei lavori per cui potrete richiedere la ristrutturazione.

Per ogni informazione, Purita può aiutarvi a scegliere la soluzione migliore per voi. Il nostro team di professionisti è esperto nel settore: vi darà un prezioso aiuto e vi guiderà attraverso la struttura più adatta. Potete contattarci tramite e-mail o numero di telefono.

 

Tag:

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *