Blog

Porte blindate: come scegliere quella adatta alla tua abitazione

Nella scelta delle porte blindate dobbiamo considerare una serie di fattori molto importanti. Proteggere la nostra casa è assolutamente essenziale, soprattutto se consideriamo che non possiamo proteggerla per tutto il giorno. Quante volte, magari, andando in vacanza, avete temuto di subire un furto e un’effrazione? A tal proposito, approfondiamo anche la questione delle classi, di estrema importanza perché sono loro a fare la differenza.

Porte blindate per la casa: qual è la soluzione migliore?

In totale, le classi di cui vi abbiamo parlato prima sono sei. Ogni classe differenzia e rende unico il modello di porta blindata, offrendo dei particolari vantaggi e caratteristiche ben precise.

La Classe 1 non offre un livello di protezione elevato, così come la Classe 2. I modelli di porte blindate consigliate per le abitazioni private sono la Classe 3 e 4. Sono modelli molto sicuri, che offrono una messa in sicurezza impeccabile.

Per quanto riguarda le porte blindate di Classe 5 e 6, vengono sfruttate perlopiù dagli edifici non ad uso abitativo: per esempio, gli archivi, i negozi, le gioiellerie, le banche e tanto altro. Diciamo che, per l’abitazione privata, il top sarebbe puntare su un modello di classe 4. Quest’ultimo è indicato per le abitazioni indipendenti, come le villette, le ville e i casali.

Per quanto riguarda la Classe 3, invece, offre comunque un buon compromesso e resiste alle effrazioni: tipicamente è scelta da coloro che abitano in appartamento. La protezione dell’ingresso è fondamentale: insieme all’installazione di un allarme e videosorveglianza, vi consentirà di dormire sonni tranquilli.

Sicurezza e protezione: perché è importante la porta blindata e le classi

Alcuni clienti si chiedono se l’acquisto e l’installazione di una porta blindata rientri nei bonus previsti dall’Agenzia delle Entrate. Quest’ultima vi dà modo di ricevere delle agevolazioni nel caso in cui intendiate aumentare la protezione, la messa in sicurezza o l’efficienza energetica della casa.

Per gli infissi e per le porte, infatti, è prevista la possibilità di usufruire del Bonus 2019: vi servirà per detrarre al 50% la spesa totale che investirete sulla ristrutturazione. Un aiuto economico non da poco: il limite di spesa massimo, infatti, è stato fissato a 100.000 euro.

Per ogni informazione, Purita può aiutarvi a scegliere la soluzione migliore per voi. Il nostro team di professionisti è esperto nel settore: vi darà un prezioso aiuto e vi guiderà attraverso la struttura più adatta. Potete contattarci tramite e-mail o numero di telefono.

 

 

Tag:

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *